“Business game”: simulazione d’impresa al Calvi di Belluno


Giovani Manager crescono all’Istituto Calvi di Belluno.

Per un anno 45 studenti sono stati coinvolti in attività volte allo sviluppo di competenze manageriale e “trasversali”.

L’ Amico del Popolo e Corriere ne danno risalto:

https://www.amicodelpopolo.it/2019/02/13/business-game-simulazione-dimpresa-al-calvi-di-belluno/

https://corrierealpi.gelocal.it/belluno/cronaca/2019/02/14/news/business-game-al-calvi-per-un-anno-45-ragazzi-studiano-da-manager-1.17757426

 

GIOVENTU’ IN MOVIMENTO “MOVE 2018″


Belluno, 13 dicembre 2018 _ Sono 180 gli studenti veneti delle scuole superiori che parteciperanno a un progetto di internazionalizzazione scolastica finanziato dalla Regione Veneto e coordinato da Metàlogos. La società specializzata in consulenza aziendale e formazione professionale sta assistendo sei istituti scolastici del Trevigiano e del Bellunese per consentire a una selezione di alunni delle classi terze e quarte di svolgere un periodo di formazione linguistica all’estero.

«Il forte rapporto con le aziende ci consente di portare nelle scuole, con cui abbiamo ormai una relazione di lunga data, le esigenze delle imprese», spiega il presidente di Metàlogos, Michele Dal Farra. «Per questo riusciamo a individuare percorsi di formazione che guardano al mondo del lavoro».

Metàlogos aiuta le scuole a preparare i ragazzi dal punto di vista linguistico prima del soggiorno all’estero le cui destinazioni sono Spagna e Regno Unito. Il progetto prevede la partecipazione di 30 studenti di classe III o IV. In totale sono coinvolti 180 studenti. Al termine del percorso i ragazzi dovranno sostenere un esame di certificazione linguistica.

 

Il progetto, si chiama “GIOVENTU’ IN MOVIMENTO “MOVE 2018” e coinvolge sei scuole:

– Istituto Statale Duca degli Abruzzi (Treviso),

– Istituto Statale di Istruzione Secondaria Superiore “F. Da Collo”(Conegliano),

– Istituto di Istruzione Superiore Città della Vittoria (Vittorio Veneto),

– Licei Belluno (Liceo scientifico “Galilei” – Liceo classico “Tiziano”),

– Istituto Tecnico Statale G. Mazzotti (Treviso).

 

La struttura del progetto è di 76 ore divise in:

8 ore preparazione linguistica prima del soggiorno estero (Focus paese)

60 ore (2 settimane) di formazione linguistica all’estero

8 ore di preparazione agli esami di certificazione (Focus certificazioni)

 

Il progetto prevede:

–          Formazione linguistica in sede e all’estero

–          Viaggio, vitto e alloggio all’estero per 2 settimane

–          Costo esami di certificazione

–          Docente accompagnatore sia nella fase in Veneto che all’estero.

 

Metàlogos, oltre ad aver supportato gli istituti nella progettazione, coordinerà e monitorerà l’intero progetto dalle selezioni degli studenti, alla programmazione delle attività d’aula fino all’organizzazione del soggiorno estero.

ISCRIZIONE CORSO COACH


E’ POSSIBILE ISCRIVERSI ALLA NOSTRA COACHING MANAGEMENT ACADEMY

PER DIVENTARE COACH FREQUENTANDO UN CORSO DI ALTA FORMAZIONE.

PER ULTERIORI INFORMAZIONI ACCEDI ALLA NOSTRA ACADEMY CON UN CLICK SU “HOME”

Home

APPROVATO IL NUOVO PROGETTO AICT 2018: SELEZIONI PER 124 BENEFICIARI


RIZOMI: PRATICHE GENERATIVE PER IL LAVORO

E’ POSSIBILE PRESENTARE LA CANDIDATURA PER PARTECIPARE ALLE SELEZIONI
DEL NUOVO PROGETTO DI INCLUSIONE SOCIALE – AICT 2018
DESTINATO A PERSONE DISOCCUPATE E IN STATO DI SVANTAGGIO SOCIO – ECONOMICO

PER INFORMAZIONI E PER PRESENTARE LA CANDIDATURA SCARICA LA DOCUMENTAZIONE:

LOCANDINA_BANDO_CANDIDATI_AICT2018

Informativa+candidatura_AICT2018

 

Approvati 2 progetti di lavoro pubblica utilità nel Comune di S. Stefano di Cadore e Comune di Valle di Cadore.


Sono stati approvati 2 progetti per l’inserimento lavorativo temporaneo di disoccupati privi di tutele nel Comune di Santo Stefano di Cadore e Valle di Cadore.

Guarda tutte le informazioni sui progetti e le modalità per cadidarsi.

Comune di Valle di Cadore:
Locandina Valle Cadore
Candidatura Valle Cadore
Riapertura dei termini di presentazione candidature Locandina Valle Cadore riapertura termini

Comune di Santo Stefano di Cadore:
Locandina Santo Stefano
Candidatura Santo Stefano
Riapertura dei termini di presentazione candidature Locandina Santo Stefano riapertura termini

IMPARARE A LAVORARE INSIEME DIVERTENDOSI


Nell’ambito della formazione outdoor & del team coaching  proposta da Metalogos il 09/06/17  a Treviso si è svolta un’attività che ha visto la partecipazione di ben 108 studenti provenienti da vari istituti d’istruzione superiore. Cimentandosi nello svolgimento di una serie di sfide proposte sotto forma di una vera e propria competizione, con vincitori e vinti, essi hanno conseguito e sviluppato tutta una serie di abilità che hanno permesso loro di operare come un vero e proprio team di lavoro. L’evento, curato dai coach aziendali di Metalogos, è stato reso possibile grazie al contributo della Regione Veneto e alla partenership di CIS & FORM e del Centro Produttività Veneto .

lavoro gara zattere metalogos formazione coaching

Dopo essersi divisi in 10 sottogruppi i ragazzi hanno eseguito 4 differenti sfide, ognuna atta a sviluppare determinate competenze. La prima consisteva nel portare a terra una stecca di legno flessibile sorretta dall’intero gruppo ad una prefissata altezza. Questo compito, solo apparentemente semplice, ha lo scopo di sviluppare capacità organizzative, di coordinamento e di resistenza allo stress per consentire al team di raggiungere l’obiettivo cooperando in modo attivo ed efficienteLa seconda e la terza attività prevedevano la  realizzazione, mediante l’uso di materiali non convenzionali,  rispettivamente di una biga ed una zattera e il loro utilizzo. Alle abilità precedentemente citate se ne vanno ad aggiungere altre, quali : leadership, followership e problem solving. Successivamente tutti i gruppi, ognuno con i propri mezzi, hanno partecipato a 2 gare da cui è stata poi stilata una classifica generale a punti. L’ultima attività ha visto lo scioglimento dei sottogruppi e il tentativo dei ragazzi di cimentarsi in una sfida pressoché identica a quella di inizio sessione solo che con la partecipazione di tutti i 108 giovani. Con questa esperienza finale, ad alto valore simbolico, si voleva testare l’abilità degli studenti di operare un unico  grande gruppo mantenendo comunque un buon livello di coordinazione ed efficienza.

lavoro biga zattera studenti metalogos formazione coaching

Lavoro insieme studenti metalogos coaching formazione

 

 

 

 

 

Da parte di tutti i ragazzi è stato riscontrato un grande impegno ed un’attiva partecipazione, come evidenziato dalle molteplici testimonianze positive lasciate al termine dell’esperienza dai giovani protagonisti, che hanno dichiarato di aver acquisito o potenziato numerose capacità che torneranno loro molto utili quando dovranno approcciarsi al difficile mondo del lavoro.

Navigare nei mercati esteri – Il coaching per le imprese che internazionalizzano


A Padova il seminario organizzato da Unioncamere Veneto e AICP

Orientare le imprese venete che decidono di intraprendere il processo di internazionalizzazione. Il seminario dal titolo “Navigare nei mercati esteri” in programma giovedì 1 giugno 2017 dalle 14 alle 18.30 in sala Fuoco del centro Conferenze la “Stanga” in piazza Zanellato 21 a Padova è organizzato da Unioncamere del Veneto in  collaborazione con AICP – Associazione Italiana Coach Professionisti, iscritta nell’elenco del Ministero dello Sviluppo Economico.

L’incontro si propone, attraverso il coinvolgimento di attori istituzionali e professionisti, di definire una possibile risposta a una specifica domanda di formazione a 360 gradi espressa dalle aziende che decidono di affrontare un qualsivoglia processo di internazionalizzazione, sia esso indirizzato alla vendita o ad un più strutturato progetto di off-shoring.

«Accanto alla risposta di istituzioni, consulenti e percorsi di formazione», spiega Sabrina Savorgnan, responsabile di Aicp per il Veneto, «sta emergendo la figura innovativa e di fondamentale importanza del coach, che allena all’esercizio e allo sviluppo delle proprie competenze trasversali, al raggiungimento di obiettivi aziendali e di team».

AICP è nata nel 2008 dalla volontà di alcuni coach ed è organizzata in coaching club presenti in ogni regione d’Italia. Questo carattere regionale dei Coaching Club consente una maggiore vicinanza e conoscenza da parte dei Coach delle caratteristiche del territorio e delle sue peculiarità.

Il Coaching Club Veneto e Unioncamere del Veneto hanno cominciato a collaborare lo scorso anno in occasione del  6° Forum Nazionale AICP organizzato a Venezia. Oggi, grazie a un dialogo aperto e alla condivisione di valori e obiettivi, Aicp e Unioncamere saranno affianco in questo evento dedicato alle aziende che decidono di intraprende la navigazione nei mercati esteri.

L’appuntamento di Padova è inserito nel più ampio programma di Aicp “La primavera del coaching”. «E’ un’iniziativa di apertura all’esterno della nostra associazione», spiega Michele Dal Farra, responsabile Aicp dei coaching club Italia. «Tutte le sezioni territoriali della nostra associazione sono coinvolte. Quest’anno abbiamo organizzato dodici eventi in tutta la penisola per spiegare cos’è il coaching e come si declina in vari settori, dallo sport, all’impresa, dall’arte alla formazione».

Al seminario interverranno attori istituzionali di Credimpex.

Outdoor Training Management: evento di chiusura con E. Gori e F. Minto della nazionale di rugby


Mercoledì 24 maggio 2017 a Treviso si terrà l’evento di chiusura del percorso formativo condotto da Metàlogos, svolto da Settembre 2016 a Maggio 2017, dal titolo “COMPORTAMENTI EFFICACI PER IL BENESSERE DEL TEAM – FARE SQUADRA, LIMITI E OPPORTUNITÀ”.

Il percorso formativo outdoor ha coinvolto 3 ASL attualmente impegnate in un processo di unificazione in un’unica macrostruttura che deve lavorare insieme sinergicamente.
I partecipanti saranno le 260 persone che hanno preso parte a tutto il progetto diviso in 13 percorsi outdoor.

L’evento si aprirà con una fase di accoglienza e saluti da parte della Direzione aziendale, cui seguirà un incontro stimolante con due giocatori della nazionale italiana di rugby, Edoardo Gori e Francesco Minto, che racconteranno attraverso la metafora del rugby, come nel contesto aziendale, sia importante fare squadra per raggiungere gli obiettivi sfidanti. Infine i partecipanti, divisi in 10 gruppi, affronteranno un’ultima attività outdoor, un bootcamp, in cui dovranno riflettere sulle competenze camminando all’aperto e produrre una sintesi da presentare in plenaria.

In occasione di questo seminario conclusivo, i partecipanti dovranno mettersi in gioco ancora una volta, sperimentando e mettendo in atto le competenze acquisite durante i percorsi formativi.
Dovranno condividere le proprie idee con l’obiettivo di creare un confronto costruttivo, ragionare sui propri limiti e fare un bilancio su tutta l’esperienza, regalando agli altri le proprie riflessioni.

Il significato ultimo è quello di dare un alto valore simbolico al percorso che ognuno ha fatto e continuare ad applicare le cose imparate nel lavoro quotidiano.

Alternanza: il progetto che avvicina scuola e lavoro. Metàlogos partner tecnico per le soft skills


L’alternanza scuola-lavoro coinvolgerà l’anno prossimo in Veneto circa 114 mila alunni e già quest’anno sono 22 mila le aziende che accolgono studenti delle scuole superiori per esperienze di alternanza. Numeri che fanno del Veneto la seconda regione italiana, dopo la Lombardia, a offrire ai giovani questa opportunità di orientamento e formazione.

La Regione del Veneto ha sempre prestato particolare attenzione a tale metodologia didattica, resa ora obbligatoria a livello nazionale, investendo solo negli ultimi anni, 5 milioni di euro in 418 progetti di alternanza che hanno coinvolto 15 mila studenti.

Proprio con l’obiettivo di mettere a sistema l’esperienza veneta e costruire una rete tra istituzioni, scuole, imprese, enti di formazione e di categoria, la Regione del Veneto ha promosso il progetto V.I.A. – Veneto In Alternanza, che è stato presentato giovedì 23 marzo presso la sede di Confindustria Venezia a Marghera (VE).

L’iniziativa, finanziata con 400.000 euro del Fondo Sociale Europeo e realizzata in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto, vede come capofila la società di formazione di Confindustria Verona e coinvolge una ventina di aziende, 12 associazioni di categoria ed enti di formazione, 4 camere di commercio, due università e un ente di ricerca. L’obiettivo è quello di costruire modelli di alternanza tra scuola e imprese e buone prassi di progettazione formativa.

Metàlogos è una delle 2 società venete coinvolte come partner tecnico grazie all’esperienza aziendale maturata nella formazione Outdoor, nel Coaching e nell’impresa simulata.

Avrà la responsabilità di gestire un Boot Camp con la partecipazione di 100 ragazzi per promuovere e sviluppare soft skills.

Attraverso il progetto, come sottolineato durante l’incontro di presentazione dal Direttore dell’Area Capitale Umano e Cultura, Santo Romano, la Regione del Veneto intende sostenere i processi di alternanza promossi dalle scuole venete, sviluppare una cultura del lavoro e della sicurezza, accompagnare sperimentazioni di impresa simulata e fare dei luoghi di lavoro luoghi educativi.

L’assessore regionale al lavoro, alla formazione e all’istruzione, Elena Donazzan, ha inoltre evidenziato l’intenzione di individuare modelli di integrazione tra scuola e lavoro alternativi all’obbligo delle 200/400 ore previsto dalla “Buona Scuola” e ha illustrato le azioni complementari che la Regione mette in campo a sostegno dell’alternanza: tirocini lavorativi all’estero, percorsi di formazione linguistica all’estero, sperimentazione del sistema duale tra gli istituti di formazione professionale e alto apprendistato negli istituti superiori.